Mercoledì, 19 Aprile 2017 13:15

sospensione della patente per uso del cellulare alla guida

Dopo l'autovelox con TRUCAM che ci controlla se abbiamo allacciato le cinture di sicurezza, oggi scopriamo che per una infrazione potenzialmente molto pericolosa - guida al cellulare - si rischia ben di più della semplice multa. Attenzione quindi.

Avevamo parlato recentemente in questo articolo dei nuovi modelli di autovelox e dei nuovi controlli agli automobilisti. Non è finita.

Come abbiamo visto, i nuovi sistemi di controllo da parte della Polizia indagano sempre più in dettaglio sui peccati e vizi degli automobilisti italiani - potenzialmente pericolosi per se stessi e per gli altri - con sistemi sempre più raffinati e tecnologicamente avanzati. Accanto a questa azione se ne inserisce un'altra, quella dell'inasprimento delle pene, in alcuni casi fino alla sospensione della patente per a tre mesi. Vediamo come in dettaglio

Pugno duro contro l'abitudine a guidare mentre si usa il cellulare - senza cuffie né sistema bluetooth integrato alla vettura, beninteso. Da un lato, i nuovi autovelox TRUCAM saranno in grado di identificare chi guida usando lo smartphone; dall'altro, le conseguenze saranno molto più dure di una semplice multa.

Entro maggio prossimo, infatti, sarà emanato un apposito decreto che prevede tra le misure da attivare anche la sospensione immediata della patente nei casi suddetti, e non nei casi recidivi: sin dalla prima infrazione,chi viene fermato con il telefono al volante si vedrà la patente sospesa. L'autorità sanzionante avrà la possibilità di infliggere la sospensione negli estremi da uno a tre mesi.

Al riguardo, il viceministro dei trasporti Riccardo Nencini ha ribadito che l’inasprimento delle sanzioni in questi casi era già atteso secondo la riforma del codice della strada; a dirla tutta,solo oggi ha finalmente ripreso il ppercorso formale al Senato, dove era rimasto arenato ed insabbiato da addirittura due anni. E allora, aspettando che si concluda l’iter legislativo previsto, il governo vuole subito intervenire per frenare l’emergenza di incidenti causati dall’uso indiscriminato del cellulare alla guida con un decreto apposito. In tal caso, i tempi attesi diventano davvero più snelli, ossia la norma potrebbe diventare attiva entro maggio prossimo.

Invece, fino ad oggi la sospensione della patente in casi di guida al telefono è prevista solo come sanzione amministrativa aggiuntiva (ossia, accessoria) e solo in caso di reiterazione della maldestra condotta entro un biennio dalla prima violazione. Insomma, prima di vedersi sospendere la patente passerebbe del tempo (e chissà quanti disastri per sé e per gli altri).

Addirittura, in caso di incidente presumibilmente indotto da tale incauta guida, è previsto il sequestro dello smartphone: proprio per appurare tramite apposita perizia se la causa è stata o meno la svista dovuta all’uso del cellulare alla guida.

 

FONTE: https://www.investireoggi.it

Letto 241 volte