Mercoledì, 01 Agosto 2012 17:06

riattivare una scheda Wind

Se per 12 mesi non ricaricate la SIM Wind, ve la disattivano in automatico. Per riattivarla, recuperando il credito, occorre acquistare una nuova SIM Wind e trasferire il vecchio numero su questa. Ma quanto costa tutto ciò? Ne vale davvero la pena?

Parlo per esperienza personale. Uso poco la SIM Wind, ma la tengo sempre attiva su un telefonino. Mi sarei aspettato un qualche avviso che il tempo stava per scadere, invece nulla: non sono stato avvisato nè da SMS nè da email. Me ne sono accorto perchè dall'oggi al domani la SIM non era più attiva.

Prospettive: posso comprare una nuova SIM Wind al costo minimo di 10 euro (con 5 euro di ricarica), farla attivare e poi, tramite Call Center (non serve la comunicazione scritta), chiedere il trasferimento del vecchio numero sulla nuova SIM e del relativo credito. Costo di quest'ultima operazione: 5 euro. In finale, ho speso 15 euro ed ho riattivato il mio vecchio numero con 5 euro di ricarica provenienti dalla nuova SIM più il credito proveniente dalla vecchia. Ognuno può fare il conto se il gioco vale la candela.

Ma quello che non viene "sbandierato" da Wind è che, come logico, il tipo di contratto è nuovo (una delle offerte Wind per nuovi clienti). E guarda caso, i vecchi contratti hanno tariffe molto più convenienti di quelle odierne.

Molti utenti in possesso di più di una SIM prima o poi incappano in questa situazione. Wind ha interesse a non avvertire della scadenza imminente della SIM: in questo modo guadagna una nuova attivazione di SIM, qualche soldino per il servizio di trasferimento del numero e soprattutto rottama vecchie tariffe convenienti agli utenti (e non a Wind). Consiglio quindi di controllare sempre la scadenza della SIM.

 

FONTE:http://www.cellularitalia.com

Letto 2193 volte