Lunedì, 23 Aprile 2018 10:18

RC auto: novità all'orizzonte

Anno nuovo, elezioni, cambio di governo... tra le tante novità promesse dalla politica e caldeggiate per il cittadino c'è anche quella riguardante il settore delle assicurazioni dei veicoli. Ad esempio, fine della logica bonus malus e nuove logiche antifrode.

Torniamo a parlare di assicurazioni, dopo questo articolo.

E' probabile che giunga a breve l'addio del sistema bonus malus, sostituito da un più efficiente sistema di verifiche contro i furbetti. Ne parla l'intero settore assicurativo: con la rottamazione del sistema bonus malus cessa il sistema di tariffazione basato su veicolo e residenza, sostituito da una logica legata più direttamente al comportamento del guidatore.

Infatti, la formula bonus malus si basa su classi di merito: secondo la buona o cattiva condotta dei contraenti, la tariffa sale (molto) o scende (poco). In pratica, la maggior parte degli assicurati si trova già nelle classi più basse e favorevoli.

Intanto, è accolta con positività la notizia di sconti rc auto per tutti gli automobilisti che accetteranno l'installazione della scatola nera sul veicolo. E' il primo passo verso un sistema che tracci il comportamento dell'automobilista e ne premi effettivamente il merito, quando si comporta bene alla guida.

IL passo successivo sarà l'utilizzo degli smartphone per la verifica del comportamento, ma qui entraimo in evidenti problemi di privacy, senza contare i tanti casi di polizza unica per le famiglie con difficoltà economica, dove un unico veicolo è guidato da più persone a cui, evidentemente, non si può chiedere di stipulare più di una polizza.

La soluzione potrebbe essere un sistema misto, che terrà conto di tutti questi fattori, più il controllo dell’archivio nazionale delle patenti della motorizzazione civile. Altrimenti, per il cliente esistono soluzioni efficaci (ma truffaldine): tipo quello di molti che, per non finire nella classe peggiore, denunciano un incidente in ritardo e nel frattempo cambiano compagnia.

Dal prossimo agosto si prevede attivo un nuovo sistema antifrode, secondo cui chi causerà un incidente retrocede di classe in maniera effettiva, bloccando ogni possibilità di frode (tipo quella summenzionata). Ancora, si prevedono stessi diritti assicurativi anche per unioni civili, le convivenze di fatto e i matrimoni in regime di separazione dei beni. Ad esempio, in caso di comproprietà, la classe di merito verrà estesa a tutti i soggetti, anche se l'auto viene rilevata da uno di questi.

Per finire, novità anche in caso di morte del soggetto contraente: gli eredi potranno tenere la classe del defunto con la possibilità di estendere la classe più favorevole, qualora presente, anche al veicolo del defunto.

 

FONTE: https://www.investireoggi.it

Letto 82 volte