Sabato, 03 Novembre 2012 19:59

RC auto: dopo la scadenza niente più 15 giorni di validità

Siamo abituati che, una volta scaduta l'assicurazione dell'auto, contiamo su 15 giorni di copertura aggiuntiva in attesa del nuovo contratto, che magari dobbiamo ancora pagare o semplicemente ricevere. Attenzione: dal 1 gennaio del nuovo anno il giorno dopo la scadenza siamo scoperti, e oltretutto passibili di multa salata e confisca del mezzo.

Parliamo di un effetto della norma all'art. 22 del dl 179 del 18 ottobre 2012, che ha introdotto l'art. 170-bis al dlgs 209/2005 (codice delle assicurazioni private). I contratti RC auto che scadono in una data successiva al 1° gennaio 2013 non saranno più prorogabili tacitamente. Conseguentemente, dopo la scadenza salta definitivamente la tolleranza di 15 giorni per il pagamento del premio. Insomma, chi non pagherà il rinnovo entro la scadenza della polizza sarà assolutamente privo di ogni copertura assicurativa. 

La situazione, prima della suddetta norma, era interpretata diversamente. Infatti, il codice civile ammette tra le righe, all'art. 1901, 15 giorni di tolleranza per i contraenti delle polizze poliennali. In particolare, l'art. 1899 cc dispone che l'assicurazione ha effetto dalle ore 24 del giorno della conclusione del contratto alle ore 24 dell'ultimo giorno della durata stabilita nel contratto stesso. L'assicuratore, in alternativa a una copertura di durata annuale fino al 20 ottobre scorso poteva proporre una copertura di durata poliennale. Il contratto poteva essere tacitamente prorogato una o più volte, ma ciascuna proroga tacita non poteva avere una durata superiore a due anni. All'atto pratico, prima dell'entrata in vigore del dl 179/2012, il contratto che prevedeva fra le clausole il tacito rinnovo si intendeva prorogato alla scadenza, con una tolleranza di quindici giorni durante i quali, se l'assicurato non aveva richiesto la disdetta, sussisteva la copertura assicurativa pur in assenza del pagamento del premio.

A onor del vero, la "vecchia" norma ha sempre comportato per gli organi di polizia stradale alcune difficoltà nell'accertare direttamente se l'assicurazione RC auto, pur formalmente scaduta, ricadesse oppure no nella proroga di 15 giorni. Ma dal 1 gennaio, per quanto detto, questa ambiguità verso la polizia stradale non sussisterà più: ogni contratto di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile derivante dalla circolazione dei veicoli a motore e dei natanti non può essere tacitamente rinnovato e non può essere stipulato per una durata superiore all'anno (oltretutto, le eventuali clausole in contrasto con tale dettato saranno nulle). Per le clausole di tacito rinnovo eventualmente previste nei contratti stipulati precedentemente al 20 ottobre 2012, la nullità scatterà dal 1° gennaio 2013: le assicurazioni dovranno comunicare per iscritto ai contraenti la perdita di efficacia della clausola con congruo anticipo rispetto alla scadenza del termine originariamente pattuito.

Attenzione, dunque, ai controlli effettuati dalle forze di polizia sulla copertura assicurativa, specialmente dal 1° gennaio prossimo. Infatti, ai sensi dell'art. 193 del codice della strada, la mancanza di assicurazione comporta il pagamento di una sanzione di 798 euro e il sequestro immediato del veicolo finalizzato alla confisca.

 

FONTE: http://www.italiaoggi.it

Letto 2531 volte