Sabato, 20 Ottobre 2012 12:15

quando il cittadino s'incazza

Il cittadino sopporta, sopporta e sopporta ancora. Ma poi passa all'azione, nel modo più civile e democratico possibile: la denuncia del sopruso. Ad esempio con l'evasione fiscale: a dare una mano ai finanzieri ci sono i cittadini che, armati di telefono, chiamano e denunciano lo scontrino non fatto, la fattura "pompata", la discoteca truccata da società bocciofila. Bene, molto bene: continuiamo così.

Da inizio anno cittadini "incazzati" hanno tempestato di chiamate i centralini della Guardia di Finanza: 50 mila chiamate fatte al 117 non sono certo poche. Il 92% in più rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso. In particolare, le segnalazioni sulle violazioni fiscali - dalla mancata emissione dello scontrino ai lavoratori in nero e alle frodi - sono aumentate del 228% (cioè 24 mila chiamate).

In crescita anche le denunce di illeciti in altri settori oltre a quello fiscale. Pensate che l'incremento maggiore riguarda le segnalazioni sui distributori di carburante e, più in generale, i prodotti energetici (+ 152%), ma anche giochi,scommesse, lotterie, monopoli (+73%) e sostanze stupefacenti (+ 24%).

Il boom delle chiamate al 117 era stato registrato sin dai primi mesi dell'anno, ma ora, periodo intero e dati alla mano, siamo sicuri del trend assolutamente positivo. Le segnalazioni aumentano sempre più, sintomo chiaro della crescente partecipazione del cittadino alla lotta all'illegalità economico-finanziaria. Tanto che il 117 si è dovuto attrezzare con iniziative rivolte al web e l'aggiornamento della specifica sezione del sito internet www.gdf.gov.it con nuovi modelli on line per le segnalazioni che chiunque può agevolmente compilare, stampare e presentare ai reparti territoriali.

Insomma, nasce la figura del guardiano locale, il cittadino, che stanco di osservare impassibile ed impotente  soprusi ed illeciti a dir poco sfacciati collabora con le forze dell'ordine nell'adempimento del proprio lavoro, passando informazioni utili alla loro azione punitiva. Il cittadino però osserva soltanto, non avendo - giustamente - certo prerogative da "giustiziere della notte". Ma l'effetto, in qualche misura, funziona. Avanti così allora!

 

FONTE: http://www.ansa.it

Letto 929 volte