Giovedì, 23 Agosto 2012 14:00

promette case in affitto, ritira la caparra e poi... scompare

Quanti film di truffatori dal basso profilo e clienti "sprovveduti" potrebbero aver ispirato questa situazione. Un latitante in Toscana è riuscito a truffare decine di persone spacciandosi per un serio agente immobiliare. Ma dopo aver pagato la caparra, delle case neanche l'ombra. Qualcuno direbbe che sono i rischi del mercato nero degli affitti.

Il truffatore si limitava ad attirare il cliente chiedendo per l'affitto degli immobili modeste caparre.

Poi, dopo aver intascato caparre ed anticipi di mensilità fino a cifre dell'ordine di 1.600-2.000 euro a cliente, li lasciava tutti 'a bocca asciutta' e spariva nel nulla, ovviamente senza consegnare le chiavi né tantomeno gli appartamenti di cui non aveva mai avuto la disponibilità a trattare.

Il personale del commissariato di San Giovanni di Firenze,  dopo aver esaminato numerose denunce pervenute nel tempo in vari posti di polizia, ha finalmente arrestato il furbetto: tale Giuseppe Ambrosino, 52 anni, originario di Pignataro Maggiore (Caserta).

Secondo le indagini, la truffa passava per i siti internet, i giornali d'annunci e volantini. Prometteva case in costruzione a Le Spianate di Altopascio (Lucca), ma anche, a Firenze, la sua stessa abitazione, ovviamente risultata 'affittata' a più clienti truffati. A tutti faceva firmare contratti di locazione su modelli pre-stampati, poi spariva senza lasciare traccia. Poi i clienti furibondi provavano a contattarlo: gli sono state trovate 75 utenze diverse di telefonia cellulare, usava un numero telefonico differente per ogni raggiro e poi lo sostituiva rendendosi di fatto irreperibile.

Ormai siamo abituati a trattare con agenti immobiliari di cui sappiamo ben poco, in particolare se sono iscritti all'apposito albo. Ed ancor meno siamo abituati a tracciare con ricevute e fatture ogni nostro pagamento a terzi. In tale "mare nero" il truffatore si muove benissimo.

 

FONTE: http://www.ansa.it

Letto 1320 volte