Venerdì, 10 Agosto 2012 14:00

nuove agevolazioni fiscali per i partiti

Mentre i cittadini sono stretti nella morsa delle tasse, spuntano nuove misure a vantaggio dei partiti: diminuzione della detrazione per chi "dona" ai partiti, IVA ridotta ad una miseria per le spese in campagna elettorale.

La legge sui finanziamenti ai partiti politici è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale la legge 96/2012, e detta le regole della riduzione dei contributi pubblici ai partiti e dei movimenti politici, modificando soprattutto le regole previste per le detrazioni fiscali in caso di erogazioni liberali in favore di partiti e di movimenti politici. Tra le novità introdotte si nota l’aumento della detrazione IRPEF per le erogazioni liberali ai movimenti e partiti politici al 24% dal prossimo anno. Le detrazioni devono avere importi compresi tra 50 e 10 mila euro all’anno, da effettuarsi solo mediante versamenti bancari o postali.E' già previsto un ulteriore aumento della detrazione al 26% nel 2014. 

Ma non è tutto. In campagna elettorali, l’aliquota IVA si applica al 4% anche per l’acquisto di messaggi politici ed elettorali sui siti web. Già, perché va ricordato che già nel 1993 era prevista l’applicazione dell’IVA ridotta al 4% per l’acquisto di materiale tipografico, attinente alle campagne elettorali, commissionato da partiti, movimenti politici, liste di candidati e dagli stessi candidati. Poi, nel 2004, l’IVA veniva applicata al 4% anche ad altre tipologie di beni e servizi. Quindi, oggi di fatto per l'intera campagna elettorale si applica l'IVA al 4%.

 

FONTE: http://www.ansa.it

Letto 1280 volte