Giovedì, 16 Agosto 2012 14:00

nasce il movimento anti-EQUITALIA

Nel fermento organizzativo per le elezioni politiche del prossimo anno, spunta l'idea dell'avvocato di Maradona: un nuovo movimento anti-EQUITALIA. Vuole unire i cittadini vessati dall'agenzia statale, ed ha già riscosso parecchie adesioni.

L‘avvocato napoletano Angelo Pisani, noto ai più come colui che prese le difese di Diego Armando Maradona nelle aule di tribunale nella maxi vertenza col fisco italiano, ha fondato il Movimento anti-EQUITALIA, in sigla MOA. Lo sta promuovendo in questi giorni nelle province siciliane. Ovviamente, il movimento di Pisani critica la stessa struttura organizzativa dell’Ente di riscossione, le metodologie e anche l’ipocrisia degli sportelli di dialogo con il pubblico, i c.d. “sportelli amici”. Molti cittadini saranno d'accordo con questa posizione, almeno in linea di principio.

Come altre volte successo, la politica e le campagne elettorali fanno anche stavolta gioco forza su quelli che sono gli argomenti più spinosi dell’attualità, tentando di muovere l'animo del cittadino vessato a vario titolo. Potrebbe apparire come mera demagogia strumentale alla strategia elettorale. Ma qualcun altro invece ci vede una giusta tendenza e l'ennesima dimostrazione concreta che, talvolta, la politica può nascere dal basso, dalle esigenze del popolo. Altro esempio è stato Beppe Grillo, che ci ha insegnato come dalle idee del popolo possano ispirare la politica. E dato il clima di forte eversione contro l’attività legale di riscossione di EQUITALIA, qualcuno ha pensato di cavalcare l’onda mediatica.

Germogliato in Sicilia e Lombardia, il MOA, proprio sull'isola il Movimento sta mettendo a punto una lista per poter prendere parte attivamente alle prossime elezioni e dare un forte segnale della volontà del popolo. L’obiettivo è quello di smentire la nota rassegnazione all’italiana. Tant'è che il neonato movimento popolare sta riscuotendo notevole curiosità e interesse: si contano già circa 200 “studi anti-EQUITALIA” organizzati sulla rete degli sportelli di noiconsumatori.it.

 

FONTE: http://www.investireoggi.it

Letto 801 volte