Lunedì, 08 Ottobre 2012 19:53

maxievasione dell'IVA per auto di lusso con targa tedesca

Un'altra truffa scoperta dalla Guardia di Finanza, stavolta la "filiale" di Bolzano. Si tratta di una truffa per circa 6,7 milioni di euro di IVA indebitamente non pagata per il noleggio di auto sportive e di lusso con targa tedesca.

Infatti, gli utilizzatori di queste auto costosissime non pagano il superbollo e non temono nulla in caso di controlli fiscali a sorpresa, come quelli avvenuti recentemente a Cortina su auto di lusso con targa italiana. La società che gestiva il losco traffico aveva sede dichiarata in Germania, ma in realtà operava in Alto Adige e dietro ai contratti di noleggio simulava vere e proprie cessioni di autovetture. Sul sito web sbandieravo i vantaggi offerti: "evidenti, concreti e collaudati vantaggi in termini di rintracciabilità e riservatezza. Non risultano informazioni relative alle auto utilizzate nelle banche dati leasing o finanziarie, né ovviamente di altri enti/istituzioni o registri italiani". Il trucco è presto svelato: questi mezzi per le autorità italiane di fatto non esistevano, dato che i loro dati non erano presenti negli archivi della motorizzazione né in quelli dell'Anagrafe Tributaria.

In tutto sono state sequestrate circa 120 auto di grossa cilindrata, tra cui Ferrari, Porsche, BMW, Audi e Mercedes. Per l'ammontare delle contestazioni, il responsabile dell'impresa è stato denunciato alla procura di Bolzano per omessa dichiarazione, con richiesta di sequestro preventivo, in misura corrispondente all'ammontare delle imposte evase: oltre che beni immobili e disponibilità bancarie dell'indagato, anche molte delle auto con targa tedesca in circolazione sul territorio italiano oggetto dei noleggi.

Una precisazione d'obbligo: l'auto ritratta in foto è a mero titolo illustrativo. Non è assolutamente collegata ai reati di cui si tratta.

 

FONTE: http://www.ansa.it

Letto 1531 volte