Sabato, 04 Marzo 2017 10:07

lavorare all'estero: dove si guadagna di più

Sappiamo bene che sempre più italiani decidono di emigrare e trovare lavoro all'estero. Aggiorniamoci quindi sui Paesi dove, mediamente, si guadagna di più: le sette Nazioni dalla Svizzera all'Australia, dove emigrare conviene maggiormente.

In questo articolo avevamo partato di dove conviene godersi la pensione all'estero. Parliamo ora invece di dove lavorare.

Lo vediamo ogni giorno intorno a noi: aumenta vertiginosamente il numero di italiani che decidono di trasferirsi in cerca di un lavoro (o di un lavoro migliore). Il 2016, ad esempio, ha visto un vero e proprio esodo di massa, un fuga caotica soprattutto di giovani in cerca di fortuna all’estero. E allora ecco le domande tipiche: come fare per lavorare all’estero, dove dormire, quanto ci si aspetta di guadagnare, e alla fine la vera domanda: in quale paese conviene trasferirsi per guadare di più?

Non è facile rispondere a tutte queste domande, anche perché non c'è una sola risposta ma, spesso, dipende dalla propria situazione di partenza. Ecco allora che ci vengono incontro le statistiche: la banca internazionale HSBC ha stilato per noi una classifica dei migliori Paesi dove mediamente possiamo attenderci di lavorare e soprattutto guadagnare di più. Il sondaggio in questione è stato realizzato con un campione di 27 mila persone, provenienti da ben 190 paesi - tra cui ovviamente è inclusa anche l’Italia.

I risultati - è bene specificarlo - sono stati realizzati non solo sulla mera base del guadagno, ma anche sulla qualità del lavoro e quindi di vita, piuttosto che sulle effettive possibilità di crescere all’interno delle aziende, sulle opportunità imprenditoriali e - perché no - di salute.

Bando alle chiacchiere, allora, e arriviamo alla classifica: i sette Paesi dove si può lavorare e guadagnare di più, considerando un confronto tra gli stipendi in relazione al dollaro USA.

- due passi in Svizzera. Un Paese vicinissimo ma estremamente appetibile in termini di lavoro: secondo la classifica della HSBC in Svizzera si lavora e si guadagna bene, insomma si vive bene. Lo stipendio medio è di 188.275 dollari.

- un passo in più, andiamo in Germania. Rappresenta il Paese della crescita professionale, l'ideale per chi vuole far carriera e può contare su ottime possibilità in questo senso. I dipendenti, ad esempio, sono premiati con scatti di livello, promozioni e sicurezza sul lavoro - spesso in Italia esse sono solo chimere. Lo stipendio medio è di 97.693 dollari.

- verso il nord: la Svezia. E' il mondo di brand famosissimi anche in Italia, come IKEA o H&M. Chi si trasferisce in Svezia ha uno stipendio medio di 84.802 dollari.

- il caldo degli Emirati Arabi. In molti decidono di trasferirsi negli Emirati Arabi, dove in effetti la difficoltà maggiore è proprio abituarsi al clima. Ma la differenza è anche a fine mese: lo stipendio medio è di 112.820 dollari all’anno, comprese le vistose indennità di alloggio.

- ancora la nord: la Norvegia Secondo la citata ricerca di HSBC, nell'anno appena scorso la Norvegia ha attivato politiche del lavoro decisamente efficaci - altro che il nostro Jobs Act, diciamolo anche con un po' di ironia - le quali hanno innalzato visibilmente la qualità di vita. E allora, lo stipendio medio annuo arriva a 97.486 dollari.

- verso l'oriente: Singapore. Qui gli stipendi sono addirittura altissimi - lo stipendio medio è infatti di 138,640 dollari. Ma attenzione: purtroppo la qualità di vita non è altrettanto alta. Da cui la posizione in classifica non esattamente al top.

- e torniamo vicino casa: l'Austria. sempre secondo la ricerca di HSBC, circa il 62% di coloro che espatriano trovano un effettivo miglioramento del proprio stile di vita. In Austria, infatti, regna la creatività, la pace. E lo stipendio: la media annua è di 85.288 dollari.

 

FONTE: https://www.investireoggi.it

Letto 294 volte