Venerdì, 23 Aprile 2010 14:00

la residenza a Panama: un canale apposta per gli italiani

Prendere residenza a Panama, godendo dei vantaggi legati allo status di "paradiso fiscale", è un processo relativamente veloce, semplice e consolidato dalla burocrazia locale. La possibilità è offerta, oltretutto, agli italiani attraverso una convenzione speciale tra i due stati, il Convenio Pamana - Italia. Basta raccogliere i documenti ed avere un capitale minimo da portar dietro.

Il “Tratado de Amistad, Comercio y Navegación entre la República de Panamá y la República Italiana“ apre una via legale e diretta per vivere a Panama illimitatamente, tra l'altro senza essere costretti ad effettuare investimenti economici o essere obbligati a lavorare. Su richiesta infatti è offerta ai cittadini italiani la residenza in territorio panamense in modo indefinito, lasciando la possibilità - non l'obbligo - di svolgere attività lavorativa, autonoma o dipendente.

La procedura deve essere attivata da un avvocato panamense, idealmente evitando il tramite di "faccendieri" italiani che spesso aggiungono spese ma non valore alla pratica.

Si raccoglie una serie di documenti (tutta la lista a questo sito) che certifichino la propria identità e la propria solidità economica - cioè che non siamo clienti morosi per le banche - e si va a Panama. Lì ci si presenta presso gli uffici di Migración, normalmente accompagnati dal personale dello studio legale scelto, per iniziare il tramite ed ottenere un permesso di residenza provvisorio.

Da lì alla concessione della visa non occorre restare a Panama, si può ritornare in patria ed attendere un periodo dai 3 ai 6 mesi. Si può, quindi, entrare e uscire dal paese, viaggiare o ritornare in Italia.

Alla fine, il richiedente deve nuovamente recarsi a Panama per ritirare personalmente la visa: il documento definitivo è pronto.

Sì ma... quanto costa? Dipende dallo studio legale scelto: diciamo dai 500 ai 1.500 dollari. Più una tassa di 250 dollari al governo panamense.

E non è finita: la patente di guida italiana lì è valida per tre mesi: nel richiedere una visa, viene rilasciata anche una patente locale per il tempo necessario alla pratica di concessione della visa. Una volta ottenuta la residenza, la patente viene rinnovata ogni cinque anni. Unici esami richiesti al rinnovo: analisi del sangue e test medici tipo udito e visivo.

 

FONTE: http://panamaviaggi.com

Letto 1248 volte