Il fenomeno è arcinoto: il giovane laureato viene sfruttato con la promessa di un impiego futuro presso la medesima struttura. Si dice, si sa. Stavolta leggete una lettera aperta di una giovane biologa che descrive in modo limpido e netto una realtà agghiacciante. La vera tristezza è pensare che c'è un popolo di persone nella medesima situazione.

E' iniziata stamani una nuova crociata dei NAS - Carabinieri ed altre Forze dell'Ordine. Obiettivo: portare alla luce un sommerso di regalie a medici conniventi da parte di note aziende farmaceutiche, allo scopo di trarre profitto in barba ad ogni etica deontologica e contro l'interesse dei clienti finali, gli assistiti.

Un apposito codicillo della spending review taglia la possibilità di monetizzare le ferie non godute. Quindi, maggior interesse da parte dell'interessato  a"smarcare" le ferie per il timore di perderne il diritto.

Le imprese creditrici verso lo Stato sono in estrema difficoltà, perché debbono pagare i fornitori per non perdere la commessa con lo Stato. Il quale però gode dei servizi erogati dall'impresa ma non paga, perchè non ha cassa. Arriva la doccia fredda: la legge di stabilità rinvia ulteriormente le loro legittime pretese di saldare i conti. Non c'è più speranza di crescita.

Siamo nella periferia di Roma. Una società della Valle del Sacco impegnata nel commercio all'ingrosso di rottami metallici e della autodemolizioni, ha omesso - chissà perché - di dichiarare ricavi per circa cinque milioni di euro, secondo quanto appurato dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma a conclusione di una verifica fiscale.

Pagina 153 di 176