Venerdì, 07 Dicembre 2012 13:00

IMU pagato con compensazione del credito d'imposta sul 730

Per chi vanta crediti verso l'erario, ad esempio un credito d'imposta scaturente da una dichiarazione del modello 730, l'IMU può essere pagata compensandola con il credito vantato tramite lo stesso modello 730. Lo prevede il Ministero dell'Economia e delle Finanze.

In linea generale i versamenti delle imposte dovute, da eseguire con il modello F24, possono essere effettuati dai contribuenti in compensazione con i crediti indicati nelle dichiarazioni dei redditi già presentate. Questa possibilità è stata a suo tempo spiegata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con la circolare sull’IMU, in cui si legge che il contribuente può scegliere di utilizzare l’eventuale credito che risulta dal modello di dichiarazione 730/2012 per il pagamento IMU 2012, mediante compensazione nel modello F24 da indicare sempre nella dichiarazione dei redditi.

Scendiamo nel dettaglio. Le imposte a credito per IVA, IRPEF, IRAP o modello 770 possono essere usate in compensazione a partire dal primo gennaio dell’anno successivo a quello in cui il credito è maturato. Quindi, se prendiamo il modello 730 2012, riguardante l’anno 2011, è presente in esso il quadro I relativo all’IMU. In esso vanno indicati proprio i dati che riguardano gli importi a credito da usare per la compilazione del modello F24 IMU. In conseguenza della compilazione di tale quadro I, l’eventuale credito che risulta dal modello di dichiarazione 730 2012, ad esempio il credito IRPEF, non viene rimborsato a cura del sostituto di imposta per quella parte di crediti corrispondente a quanto si è chiesto di compensare per il pagamento IMU dovuta per l’anno 2012. E' pertanto una possibilità data ai contribuenti per il 730 2012 , relativo ai redditi 2011, e nulla esclude che non possa essere fatto lo stesso discorso per il 730 2013: anche dal primo gennaio 2013 sarà possibile la compensazione IMU dei crediti derivanti dal periodo d’imposta in corso, il 2012.

 

FONTE: http://www.investireoggi.it

Letto 1532 volte