Venerdì, 05 Agosto 2016 09:54

il TAR boccia il ricorso contro il canone RAI in bolletta: va pagato

La sentenza del TAR del Lazio è categorica: respinto il ricorso presentato da Altroconsumo e CODACONS, il canone RAI in bolletta non è anticostituzionale e quindi va pagato nei modi previsti dall'attuale normativa.

Avevamo parlato in questo articolo dell'ipotesi di mancata costituzionalità per le modalità di riscossione del canone RAI attraverso le bollette delle utenze domestiche.

Ebbene, a sedare li animi e soprattutto sopire ogni presunzione da parte delle agguerrite associazioni di consumatori arriva la tanto attesa sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale (TAR) del Lazio, che risponde proprio in merito alla costituzionalità o meno del canone RAI in bolletta. Niente mezze parole, niente rimandi a nuovi livelli di giudizio: sedate tutte le speranze di quei contribuenti che non lo volevano pagare e soprattutto volevano evitarne il pagamento con la bolletta dell'energia elettrica.

Il ricorso era stato a suo tempo presentato da Altrocosumo e da CODACONS: il TAR l'ha respinto perché "ha ritenuto che il ricorso non presentasse profili di fondatezza in relazione alla questione di costituzionalità". Tradotto, il TAR non ci vede nulla di male nel farlo pagare nei modi fissati dal governo. Di contro, il decreto attuativo del governo sul pagamento del canone RAI era stato impugnato dalle due associazioni in quanto queste ritenevano che fosse illegittimo  e "pieno di incongruenze con ulteriori rinvii a nuovi provvedimenti e a rischio di errori negli addebiti".

Rischi, tra parentesi, fondati: è notizia di questi giorni che arrivano addebiti di canone anche a chi non lo dovrebbe pagare, ne avevamo parlato in questo articolo.

Contestualmente il TAR ha affermato che "l'Avvocatura dello Stato ha dichiarato che l’Agenzia delle Entrate sta accettando tutte le dichiarazioni di non detenzione anche presentate entro il termine ultimo, anche se non redatte sul modulo predisposto, purché conformi nella sostanza alle indicazioni che il modulo prescrive". Staremo a vedere: per ora, come detto, gli addebiti ingiusti arrivano.

Insomma, rassegnamoci: il canone RAI in bolletta va pagato. Nonostante tutto: i clamorosi intoppi burocratici ed i tantissimi addebiti errati. Cogliamo l'unica nota positiva della vicenda per i contribuenti: l’Agenzia delle Entrate ha finalmente pubblicato a questo indirizzo il modello e le relative istruzioni per ottenere il rimborso, qualora il canone RAI non dovuto fosse stato già pagato.

 

FONTE: https://www.investireoggi.it

Letto 348 volte