Lunedì, 04 Gennaio 2016 13:00

i migliori posti di lavoro del 2016

Sei in cerca di lavoro? Da' un'occhiata alle offerte con i posti di lavoro più allettanti.

E' un fatto che il tasso di disoccupazione sia ancora molto alto. Ma non è vero che nessuno assuma.

Secondo i dati pubblicati nella ricerca Manpower Group Meos, il primo trimestre del 2016 si prevede che offra molte possibilità interessanti a chi cerca lavoro nelle grandi aziende. Ed è uno studio ben dettagliato: sono stati coinvolti circa mille datori di lavoro, evidenziando un trend positivo nella domanda di personale, soprattutto nel settore della finanza e della distribuzione. Parimenti LinkedIn, il network professionale per chi cerca e offre lavoro, ha confermato questa tendenza e messo in evidenza le maggiori aziende che si dichiarano pronte ad assumere nel 2016.

Ecco allora, rullo di tamburi, una selezione dei lavori più pagati nel 2016. Beninteso, come ben spiegato da Marcello Albergoni, Head of Italy di LinkedIn, questa classifica non indica in quali aziende sia meglio lavorare. Piuttosto, si riferisce a quelle a cui i giovani laureati talentuosi e in cerca di una carriera dovrebbero guardare nell'immediatezza per avere maggiori possibilità di essere veramente assunti.

Va bene, basta esitare: ecco la classifica, dalla decima alla prima posizione per salario corrisposto.

Al decimo posto, Unilever. Si tratta della multinazionale anglo-olandese leader nei prodotti alimentari o di igiene della casa. In Italia le fabbriche contano circa 3 mila dipendenti. Di recente ha acquisito anche il marchio Grom.

Al nono posto, Pirelli. Guarda caso, il settore automobilistico è tra quelli che maggiormente interessano chi cerca lavoro. Oggi Pirelli conta 13 stabilimenti, ed investe nelle tecnologie alternative e nella formazione: il programma Play sponsorizza la formazione dei dipendenti grazie alla realtà virtuale per un apprendimento rapido e senza rischi per la propria sicurezza.

Ottavo posto: Campari. Proprio in virtù delle acquisizioni strategiche messe a punto dalla Campari, l'azienda leader nel settore dei liquori si piazza tra in ottima posizione tra le aziende a cui dovrebbe guardare chi cerca lavoro nel 2016.

Settimo posto, ENI. Il gruppo petrolifero ha sedi dislocate in circa 90 paesi e conta oltre 78 mila dipendenti. Non ci stupisce quindi apprendere che petrolchimici, ingegneri, costruttori ed esperti di energia elettrica puntino a lavorare ad Eni. In dettaglio, da poco il gruppo ha aperto una selezione in Italia per 800 posti riservati a giovani laureati.

Sesto posto per Ferrari. Un nome, una garanzia: tanti sono i giovani italiani che sognano di lavorare nell'azienda. La quale adotta politiche di welfare allettanti: solo di pochi giorni fa l'idea di Sergio Marchionne di regalare cinquemila euro lordi in busta paga ai dipendenti per l’ottimo lavoro svolto. Un benefit niente male. E; soprattutto, una rarità nel panorama generale italiano.

Quinto posto, Barilla. Sono attese nuove assunzioni nel 2016, programmate in particolare per la sede della Barilla a Parma.

Al quarto posto c'è Gucci. La famosa casa di moda conta oggi 300 negozi ufficiali. Per chi vuole il dettaglio delle offerte di lavoro, sul sito web dell'azienda si possono visionare le posizioni disponibili, alcune delle quali aperte anche a diplomati.

Ed arriviamo al podio: al terzo posto troviamo Procter & Gamble, dichiaratasi disposta ad assumere. Ma attenzione: è noto tra chi cerca lavoro che le loro selezioni non sono affatto facili: solo l’1% dei candidati, che sono oltre mezzo milione all'anno, riceve un'offerta di assunzione concreta. Ma la selezione potrebbe indicare anche l'evevata appetibilità dell'offerta.

Secondo posto per Google. Da tempo lavorarci è il sogno di tantissimi laureati. In Italia il colosso informatico ha da poco lanciato il progetto "Crescere in digitale" proprio per favorire l'inserimento nel mondo del lavoro digitale degli under 35 iscritti al programma Garanzia Giovani.

Al primo posto - non è una novità - c'è Apple, il gigante di Cupertino. E’ proprio all'azienda fondata dal genio lungimirante di Steve Jobs che guarda il maggior numero di laureati in cerca di lavoro. Pensate, il mese scorso la Apple ha annunciato circa mille nuove assunzioni nel 2016 presso la sede irlandese e il piano prevede un ulteriore ampliamento del personale anche nel 2017.

 

FONTE: http://www.investireoggi.it

Letto 482 volte