Mercoledì, 22 Agosto 2012 11:02

giochi e scommesse: illegali 1 su 5

Mentre si chiudevano le Olimpiadi, altro giro di controlli della Guardia di Finanza nell'Italia degli evasori: oltre 2000 esercizi di giochi e scommesse controllati, più di 400 violazioni contestate. Centinaia i videopoker illegali e decine i centri di scommesse non autorizzati. Il 20% degli esercizi è risultato irregolare.

In tutto il territorio nazionale sono stati messi sotto controllo 2.088 esercizi, 417 sospetti di attività illecita. Sequestrati 233 videopoker illegali e 74 centri di scommesse non autorizzati, 185 persone denunciate.

In effetti da inizio anno sono stati controllati oltre 7.000 esercizi nel settore dei giochi e delle scommesse, riscontrando 2.358 violazioni. Sequestrati 2.010 apparecchi da gioco e 1.059 punti clandestini di raccolta delle scommesse.

Ad esempio: una bisca clandestina "travestita" da centro culturale. Quando i finanzieri hanno fatto irruzione, hanno trovato ai tavoli da gioco ed ai videopoker giovani e pensionati di età tra 18 e 60 anni. Il gestore: un pluripregiudicato per associazione a delinquere. Oppure a Padova: un'associazione sportiva, posizionata a poca distanza da una sala da gioco autorizzata, nascondeva una bisca clandestina con videopoker illegali. Il gestore della bisca attraeva i giocatori promettendo puntate illimitate e premi immediati in denaro: infatti sono state contestate anche numerose violazioni alle recenti norme che limitano i pagamenti in contanti a 1.000 euro. In provincia di Bari,infine, sono stati sequestrati 30 esercizi, tra centri scommesse non autorizzati e punti vendita di gioco on-line che raccoglievano puntate illegali su conti intestati a "prestanome".

I finanzieri hanno in tutto verificato l'iscrizione degli esercizi nell'apposito elenco, il possesso delle autorizzazioni, l'integrità degli apparecchi da gioco, il loro collegamento alla rete dei Monopoli e l'identità dei giocatori, anche con riferimento alle norme a tutela dei minori. Il collegamento in rete tra le banche dati di GdF e Monopoli di Stato permette, infatti, di monitorare il corretto funzionamento di ogni apparecchio e di intervenire, quindi, in caso di anomalie. I fenomeni illeciti maggiormente diffusi sono risultati l'alterazione e la manomissione degli apparecchi da gioco, l'abusiva raccolta di scommesse sportive mediante agenzie clandestine, anche per conto di allibratori esteri privi di autorizzazione, le lotterie fasulle e i siti di gioco artificiosamente collocati all'estero per sfuggire ai controlli ed alle imposte.

 

FONTE: http://www.ansa.it

Letto 1212 volte