Mercoledì, 01 Febbraio 2012 13:00

finta psicologa, vera contadina

In Piemonte una psicologa svolge regolarmente la sua professione ma... per il fisco risulta essere una agricoltrice. Ed ovviamente con scarsi introiti su cui applicare le tasse. Lei sostiene addirittura di essersi laureata in qualche ateneo slavo...

Svolgeva la professione di psicologa, ma era titolare di una partita IVA per attività nel settore agricolo e, negli ultimi anni, ha sempre dichiarato redditi per poche migliaia di euro. La Guardia di Finanza di Asti l'ha scoperta e l'ha denunciata. La donna, 65 anni, residente in una casa elegante nella campagna astigiana, pubblicizzava tramite un sito web le varie pratiche terapeutiche nonché alcune tecniche orientali di meditazione.

I controlli sono iniziati a seguito dell'esposto di un paziente che lamentava di non aver ricevuto alcun documento fiscale per un ciclo di psicoterapie, a 80 euro a seduta. Dagli accertamenti effettuati è emerso che la terapeuta è attualmente cittadina italiana, laureata oltre 15 anni fa in un altro Stato europeo dell'ex Jugoslavia, ma che non risulta aver mai ottenuto il riconoscimento dei titoli in Italia. Sul sito la sedicente psicologa ha vantato anche di essere la rappresentante piemontese di un Istituto toscano specializzato in una particolare branca della psicologia, i cui responsabili, invece, hanno immediatamente smentito ogni rapporto con lei. I finanzieri, oltre ad aver denunciato alla Procura l'esercizio abusivo della professione, stanno ricostruendo gli effettivi introiti dell'attività svolta irregolarmente, mai dichiarati all'erario.

 

FONTE: http://www.ansa.it

Letto 1088 volte