Domenica, 02 Luglio 2017 12:00

falsa lettera di controlli a domicilio dell'Agenzia delle Entrate

In estate fioccano le truffe e e visite a domicilio di ladri di ogni tipo. Addirittura mascherati da funzionari del fisco, pensate un po': soprattutto nel sud Italia stanno arrivando lettere false di controlli da parte dell'Agenzia delle Entrate. Fate attenzione prima di aprire la porta.

Nella 'top ten' dei furbetti italiani, di cui abbiamo parlato in questo articolo, ci sono sempre loro, i ladri. Che ogni volta si mascherano diversamente.

Ci avverte la stessa Agenzia delle Entrate, evidentemente anche per difendere la propria immagine da chi si spaccia per loro.Con un apposito comunicato stampa, infatti, l'agenzia avvisa tutti i cittadini di porre la massima attenzione su una truffa che riguarda direttamente l'agenzia stessa, vediamo perché.

Il primo allarme è stato dato in Campania, patria di luminosi cittadini italiani ma anche di fantasiosi truffatori. Ebbene, proprio in terra partenopea diversi cittadini si sono visti arrivare a casa la lettera con un documento che annunciava "controlli da parte dell'Agenzia delle Entrate su immobili e fabbricati". In dettaglio, si legge che "nei prossimi mesi verranno avviati accertamenti a campione allo scopo di appurare eventuali illeciti connessi ad elusione ed evasione riferibili ad immobili e fabbricati ad uso commerciale, civile e residenziale". E quindi, i mittenti della missiva "sono invitati a regolarizzare eventuali situazioni di disagio fiscale, tributario ed abitativo negli immobili di proprietà".

Tutto falso, ovviamente, nel senso che l'agenzia svolge azione di controllo - è nel suo mandato - ma non certo con interventi e controlli porta a porta. Quindi, non aprite la porta a falsi funzionari che, magari, in questi giorni bussano al portone di casa vostra per verificare sul posto eventuali incongruità rispetto ai redditi 2007, 2008 e 2009 su affitto di immobili ed altre presunte irregolarità.

La realtà è che queste lettere sono un palese tentativo di truffa indirizzato, guarda caso, marcatamente alle persone anziane, che durante il periodo estivo sono quasi sempre in casa e magari pongono anche meno barriere difensive al truffatore che suona al campanello di casa. L’Agenzia delle Entrate, manco a dirlo, si dichiara totalmente estranea a questo tipo di comunicazioni e invita pertanto le potenziali vittime a denunciare ogni tentativo di raggiro rivolgendosi il prima possibile a qualsiasi ufficio dell'agenzia e soprattutto allertare le forze dell'ordine.

 

FONTE: https://www.investireoggi.it

Letto 155 volte