Mercoledì, 28 Febbraio 2018 11:15

dynamic pricing: quando comprare online

Chi l'ha detto che comprare online oggi o domani è la stessa cosa? A parte, ovviamente, le aste online, scopriamo che un giorno non vale l'altro, ma i prezzi sono aggiustati secondo il corso della settimana. Si chiama dynamic pricing, ed è bene conoscerlo per sfruttarlo a proprio vantaggio e risparmiare.

L'acquisto online, immediato, semplice, talvolta frenetico, non è solo una prerogativa dei millennials, la generazione del nuovo millennio nata e cresciuta all'ombra di internet e smartphone. E' diventata consuetudine per una vastissima fascia di età, che hanno costantemente accesso al web e possono affacciarsi con sempre più dimestichezza sullo sconfinato universo dell'e - commerce. Un universo in cui, oggi, domina soprattutto Amazon.

Molti siti web dedicati all'e - commerce sappiamo che utilizzano uno speciale algoritmo, grazie al quale ottengono di maggiorare il proprio fatturato. D'altro canto, un utente consapevole del funzionamento di tale algoritmo può ugualmente trarre vantaggio dal suo funzionamento. Parliamo dell'algoritmo che implementa il cosiddetto dynamic pricing, ossia - semplificando - stabilisce i prezzi con una certa flessibilità in funzione del momento giusto in cui collocare i prodotti sul mercato.

Andiamo per ordine. Parliamo di studi recenti condotti da Idealo - il noto portale internazionale che confronta i prezzi dei prodotti - che dimostrano come esistano giorni migliori per poter acquistare online determinate categorie di prodotti. Ossia, ancora una volta semplificando, è bene acquistare di mercoledì e venerdì, ed evitare invece acquisti nel week end. Il fine settimana, infatti, è da cerchiare letteralmente di rosso: lo studio di Idealo indica appunto che per l'utente è meglio evitare di avere necessità di acquisto dal sabato alla domenica.

Andando ai numeri, posticipare la propria spesa sul web alle giornate di mercoledì e venerdì, quando i prezzi sono tipicamente più bassi nell’ordine del 4 percento rispetto al valore nominale del prodotto, vuol dire evidentemente assicurarsi un buon risparmio.

Il dynamic pricing, d'altronde, è un concetto fondamentale per il marketing dell'era di internet. E, togliendo qualche margine di semplificazione, va anche nello specifico della categoria merceologica: eccezione alla 'regola' di sopra è il fatto che per il comparto tecnologico, assolutamente adatto agli acquisti online rispetto - che so - all'abbigliamento, valgono altre regole, tipo smartphone, notebook e prodotti simili che sarebbero più conveniente e acquistati di sabato.

Fatevi bene i conti, insomma, e leggete l'estratto dello studio di Idealo a questo link. Per comodità, trovate in ALLEGATO la mappa dei migliori e peggiori giorni per acquistare i prodotti. Buono shopping online!

 

FONTE: https://www.investireoggi.it

Letto 225 volte

Articoli correlati (da tag)