Mercoledì, 23 Novembre 2011 13:00

divieto di fotografare il parlamentare mentre... cazzeggia!

Il parlamentare è un lavoro duro, intenso, passionale, cerebrale. Tanta che... l'Onorevole Menia, di Futuro e Libertà per l'Italia, è stato fotografato in aula impegnato in una faticosissima... partita a Super Mario Bros! Reazione del Parlamento? Scatta il divieto di immortalare gli onorevoli quando non "lavorano".

La foto qui sotto è stata scattata durante una seduta parlamentare: evidentemente non interessato ai lavori della Camera dei Deputati, Roberto Menia (Fli) era impegnato a giocare a Super Mario Bros sul proprio ipad. L'ipad pagato dai contribuenti, oltretutto: non solo paghiamo 15 mila euro al mese a questo rappresentante del popolo per giocare invece che lavorare, ma gli diamo anche 3 mila euro per l'acquisto di materiale informatico.

Il Parlamento, composto dai suoi colleghi, ha quindi reagito con durezza: da oggi sarà vietato ai fotografi riprendere i deputati in queste loro impegnative attività. Infatti, il codice di autoregolamentazione per i fotografi accreditati ad entrare a Montecitorio, deliberato oggi dall'ufficio di presidenza della Camera, parla chiaro in merito:  "non utilizzare strumenti di ripresa fotografica o visiva per cogliere gli atti o i comportamenti dei deputati e dei membri del governo presenti nell'aula della Camera che, non risultando essenziali per l'informazione sullo svolgimento dei lavori parlamentari,  si risolvano in un trattamento di dati personali non consentito".

Insomma, non solo paghiamo ai cari Onorevoli fiumi di soldi in stipendi, non solo paghiamo loro i giochini con cui rilassarsi dalle fatiche parlamentari, ma alla fine... bisogna anche lasciarli giocare in pace!

 

 

FONTE: http://isegretidellacasta.blogspot.it

Letto 1040 volte