Venerdì, 13 Marzo 2015 13:00

dichiarazione dei redditi precompilata: ecco le novità

Finalmente sembra tutto pronto: dal 15 aprile si potrà scaricare dal sito dell'Agenzia delle Entrate il modello 730 precompilato. Basta solo richiedere il codice PIN personale all'Agenzia o all'INPS. Oppure si può delegare il CAF o il commercialista a farlo per noi.

La novità che attende circa 30 milioni di contribuenti dalla questa primavera è la dichiarazione dei redditi precompilata dall'Agenzia delle Entrate. Già compilata sulla base delle informazioni disponibili all'anagrafe tributaria - tipo i dati contenuti nelle dichiarazione degli anni precedenti, i dati catastali, i pagamenti delle imposte fatti con F24 e via dicendo - ma anche i dati trasmessi da parte di terzi - interessi passivi sui mutui, premi assicurativi e così via - ed infine i dati contenuti nelle certificazioni rilasciate dai sostituti d'imposta, con riferimento ai redditi di lavoro dipendente e assimilati, ai redditi da pensione e ai redditi diversi.

Obiettivo per ora al 2016 riguarda invece l'aggiunta dei dati del sistema sanitario, cioè i dati veicolati tramite l'uso della tessera sanitaria - per esempio, per acquisti di medicinali e prestazioni sanitarie. Per usufruire del servizio, possiamo scegliere tra il "fai da te", per i più smaliziati al computer, oppure la delega. Ma anche la via tradizionale, quella finora valida.

Premesso che, con questa novità, dal 15 aprile non sarà più obbligatorio presentare la propria dichiarazione dei redditi utilizzando il 730 precompilato, analizziamo in dettaglio le tre modalità di dichiarazine dei redditi.

Modalità ordinaria, innanzitutto. Il contribuente che vuole restare ancorato alle tradizionali modalità di dichiarazione può sempre farlo: può ancora presentare la dichiarazione dei redditi compilata con le modalità ordinarie in forma cartacea, come per l'anno passato, sempre tramite il sostituto di imposta - CAF o professionista abilitato.

Il "fai da te" è la vera novità. Se si è tra coloro che hanno diritto al 730 precompilato, si può fare tutto per conto proprio direttamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate. E chi ne ha "diritto"? Semplice, chi ha la possibilità di accedere al sito dell'Agenzia delle Entrate attraverso le proprie credenziali, in altre parole chi possiede - perchè se l'è fatto attribuire in modo telematico e gratuito - un apposito codice PIN, assolutamente privato e personale - in modo da poter sbrigare una serie di incombenze fiscali direttamente via internet, in modo rapido e sicuro. In questo modo, si potrà accedere alla dichiarazione precompilata via internet: se il modello già precompilato dall'Agenzia non richiede alcuna correzione, lo si può accettare senza modifiche con un semplice clic. Oppure, nel caso fosse necessario modificare o aggiungere alcuni dati - tipo la detrazione per le spese mediche - lo si potrà fare direttamente on line, perfezionando il modello precompilato ed alla fine inviare il tutto,sempre con un clic, per la liquidazione definitiva.

Ultima possibilità, il modello precompilato con delega. Cioè, invece che fare tutto da solo si può delegare il proprio sostituto d'imposta che presta assistenza fiscale, piuttosto che un CAF o un altro soggetto abilitato - commercialista, consulente del lavoro e via dicendo - affinchè questi acceda alla propria dichiarazione precompilata ed effettui tutte le operazioni per conto nostro, fino a trasmettere il modello 730 in via telematica all'Agenzia. Per completezza, trovate in ALLEGATO il modello di delega da consegnare, debitamente sottoscritto e firmato, al soggetto delegato.

 

FONTE: http://www.altroconsumo.it

Letto 641 volte