Mercoledì, 20 Settembre 2017 12:00

come trovare casa all'estero

In questi tempi di crisi spesso andare all’estero è una delle soluzioni migliori per sbloccarsi da una situazione stagnante. Sono sempre più i giovani, soprattutto se neolaureati, che cercano soluzioni o tentano la sorte oltre confine.

Secondo il Rapporto Migrantes 2016 gli italiani all’estero sono aumentati del 54.9% negli ultimi dieci anni. I registrati all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) ammontano quasi a 5 milioni, un numero più alto della somma delle popolazioni di Roma e Milano, senza ovviamente contare quelli che si sono trasferiti ma non erano registrati al momento della ricerca.

Una tale scelta può aiutare non solo ad ampliare le possibilità lavorative immediate, ma a maturare conoscenze e competenze che daranno un vantaggio sul posto di lavoro. Prima di tutto imparare una nuova lingua è una marcia in più. L’inglese ormai è molto diffuso, e per questo ancora più fondamentale, ma ci sono altre lingue europee che hanno ancora una forte richiesta sul mercato senza un’adeguata offerta. Imparare a padroneggiare l’inglese e il tedesco o il francese è un’arma vincente in più sul proprio curriculum.

L’esperienza in sé è sicuramente formativa: il fatto di trovarsi in un posto nuovo dove non solo si parla una lingua che non è quella con cui si è cresciuti, ma dove vigono regole e sistemi diversi da quelli a cui si è abituati sono delle prove quotidiane che contribuiscono alla maturazione dell’expat. Uno dei primi scogli da superare è la ricerca di una casa. Grazie a strumenti online come Uniplaces è diventato più facile trovare una stanza studenti di qualità, senza dover spendere tempo in stancanti ricerche sul luogo, oppure rischiare di finire in un appartamento scadente o di avere fregature economiche. Prenotando il proprio alloggio all’estero da casa online si ha la garanzia di trovare una stanza al proprio arrivo e di avere il proprio deposito al sicuro con un garante.

La grande offerta di alloggi in grandi città estere come Londra, Berlino, Parigi o Madrid può risultare disorientante ma puntando ad un alloggio per studenti si può stare sicuri che il rapporto qualità prezzo sarà molto buono. Non sarà necessario stare in centro, basta essere ben collegati con i mezzi pubblici ed essere vicini a ciò di cui si ha più bisogno: il posto di lavoro, l’università o, per chi ama il verde, un parco pubblico.

Con questi nuovi mezzi e con il prezzo basso di voli e treni conviene a tutti provare a fare un’esperienza all’estero!

 

FONTE: https://www.uniplaces.com/it/

Letto 69 volte