Mercoledì, 03 Giugno 2015 14:00

Australia, la nuova America

Alice Rossi, 32 anni, e Simone Tortorici, 29, vivono a Melbourne. Sei anni fa hanno deciso di trasferirsi e offrono assistenza gratuita a chi vorrebbe fare la stessa scelta. "I giovani che ci scrivono vogliono trovare un lavoro dignitoso, le famiglie un futuro per i figli"

Alice Rossi, 32enne di Viadana (Mantova) è in Australia da sei anni insieme a Simone Tortorici, 29enne di Casalmaggiore (Cremona).

Entrambi, spiegano, sono "partiti senza grandi aspettative, ma con le idee molto chiare su quello che volevamo fare". E quindi hanno realizzato il sito Step Up Oz, vero e proprio vademecum con il quale i due fidanzati offrono assistenza gratuita "a chi vuole mettersi alla prova e imparare qualcosa di nuovo sull'Australia".

Una guida nata dalla passione per la terra dei canguri, a cui poi si è affiancato per entrambi un lavoro in quei posti lontani. Dopo ricerche e porte chiuse, per Simone è arrivato un contratto a tempo indeterminato nell'ambito di un'azienda di trasporti, mentre per Alice è avvenuto il riavvicinamento al mondo del retail, più confacente alla sua esperienza professionale.

I due, residenti a Melbourne, rivelano che "Il primo approccio degli utenti interessati ai nostri consigli avviene tramite i social network. Poi prosegue su Skype, dove possiamo entrare nel dettaglio delle esigenze individuali". Un primissimo aspetto è "come sfruttare al meglio il working holiday visa (visto vacanza-lavoro), quale corso di studio seguire in una determinata città o dove alloggiare. Arrivano anche richieste riguardo vita, usi e costumi".

Questo loro supporto è teso infatti a guidare i compatrioti nel "mare magnum" di Internet, dove si trovano spesso tante, "troppe informazioni, spesso contrastanti, che confondono chi vuole venire a vivere qui". Mentre sono tanti, "e parliamo di giovani diplomati e anche laureati", quelli che vogliono andarsene per trovare lavoro "visto che al massimo hanno tra le mani contratti a breve termine e sono spesso sottopagati, o perché in Italia non vedono più un futuro".

Talvolta si spostano in Australia anche le famiglie, che "lo fanno per il futuro dei figli. Capita spesso che i coniugi sacrifichino addirittura l'attività di famiglia per venire qui".

Ed ecco una prima dritta per sfatare i "miti" dell'Australia: riguardo i trattamenti nelle farm – tipicamente temute dagli italiani per paghe basse e tante ore di lavoro – i nostri due amici ricordano che l'Australia è sì "luogo di opportunità, ma non un eldorado: nessuno ti regala niente e tutti si devono adattare al sistema", il quale generalmente punta a proteggere l'economia locale e non lo straniero, che pure rispetta.

"Da immigrato o persona che vuole fare un'esperienza all'estero, le possibilità ci sono. Bisogna pianificare il trasferimento, imparare bene l'inglese e metterci tanta volontà. Solo così si raggiungono gli obiettivi. Noi abbiamo vissuto tutto l'iter sulla nostra pelle: siamo partiti dalle farm e armati di tempo e pazienza ci siamo ben inseriti. Il tutto è costato tanto sacrificio, investimento personale e spirito di adattamento. Diciamo che non tutti hanno questa predisposizione".

Ricordiamo che gli immigrati in Australia fanno da sempre parte dell'economia, del tessuto sociale e della cultura nazionale: circa il 25% degli abitanti è nato altrove, addirittura si contano oltre 140 diverse nazionalità. "Chi viene da altri Paesi è una risorsa, non un problema" - sembra di sentire qualche politicante italiano in merito agli sbarchi a Lampedusa.

Ma ecco la lezione: fondamentale è il rispetto delle regole. Un aspetto che anche nei loro consigli non manca mai: "Il servizio che ci contraddistingue è il mentoring personale: cerchiamo di spiegare il Paese dal punto di vista dell'australiano, non dell'immigrato".

<pclass="alert alert-info">Il sito offre come guide proprio Alice e Simone, che mettono a disposizione anche un "servizio libreria" con una blogger, Francesca Cabaletti, che ha fatto un lavoro di raccolta informazioni ed esperienze nel testo "La storia di un'immigrata allo sbaraglio – viaggio di sola andata per l'Australia".

 

FONTE: http://www.ilfattoquotidiano.it

Letto 420 volte