Lunedì, 05 Febbraio 2018 11:24

abbattere l'albero malato in giardino: bonus verde

Per chi non lo sa, esiste la possibilità di richiedere l'abbattimento di un albero malato in giardino, sfruttando le agevolazioni fiscali concesse dal cosiddetto 'bonus verde'? Vediamo in dettaglio di che si tratta.

Riprendiamo il discorso, dopo questo articolo, sulle agevolazioni fiscali previste dalla legge di bilancio.

Il bonus è previsto nella misura di una detrazione del 36 percento dell'IRPEF, fino ad una quota massima di 5.000 euro, esigibile sulla successiva dichiarazione dei redditi.

Vediamo di rispondere ad alcune domande:

- il cosiddetto 'bonus verde' è esigibile anche per l'abbattimento di un albero malato in giardino?

- come compilare il relativo bonifico SEPA di saldo della prestazione del giardiniere?

- sono inclusi anche gli interventi per l'abbattimento di un albero in proprietà privata o condominiale?

Vediamo cosa dice la legge di bilancio 2018. Essa ha introdotto il concetto del bonus in questione in riferimento a "sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi". Incluse le spese di progettazione dell'intervento eventualmente connesse.

Lo scopo nella mente del legislatore è quello di aumentare le aree verdi: sembra un controsenso, ma abbattere un albero malato (che so, infettato dalla processionaria) significa proteggere le piante circostanti ed evitare, contestualmente, crolli rovinosi del tronco. L'operazione, manco a dirlo, va eseguita da tecnici e ditte specializzate e richiede un preventivo sopralluogo ed una corretta pianificazione dello spazio, la richiesta dei permessi e delle autorizzazioni necessarie, la scelta dei materiali più indicati per la realizzazione dell’intervento sul giardino ed infine la definizione dell'impianto a verde e delle eventuali componenti accessorie.

Ancora, tante volte dopo l'abbattimento dell'albero malato segue la piantatura di nuove specie, proprio a tutela degli spazi verdi. Perciò, è intuitivo che tali spese per l'abbattimento dell'albero - viste nell'ottica più ampia dianzi espressa - rientrano nel bonus verde previsto dalla legge di bilancio 2018.

Secondo l'Agenzia delle Entrate, sono previsti modi tutto sommato flessibili con cui poter pagare l'intervento sull'albero da abbattere, conservando il diritto alla detrazione del 36 percento secondo il cosiddetto 'bonus verde'. Ossia, non dobbiamo necessariamente pagare con bonifico parlante, come nel caso del bonus per le ristrutturazioni degli immobili. L'importante, piuttosto, è che il metodo di pagamento scelto sia sempre tracciabile - cioè, sono esclusi i contanti - e quindi è possibile pagare anche, ad esempio, con assegni circolari o vaglia postali, con bancomat o carta di credito. Suggeriamo comunque, per correttezza formale e soprattutto comodità di esecuzione, un bonifico con indicato, in causale, lo scopo di tutela del verde - anche se l'albero, povero lui, viene abbattuto.

 

FONTE: https://www.investireoggi.it

Letto 160 volte